Passata di Moda

non mi rassegno alla fine dei blog

Archivio per il tag “puglia”

Pensieri dell’alba meno un quarto

image

Stamattina,  all’alba meno un quarto sento Lui che traffica in camera. Sta preparando la borsa per una trasferta lampo che gli hanno comunicato ieri sera. Non ricordo la destinazione.
Melfi, mi dice, ma non sono ancora sicuro di partire.

Io sono già oltre. All’alba meno un quarto di un giovedì mattina il mio cervello  ha pensato queste cose:
1. C’è un bel museo a Melfi, dentro un castello. Però dubito che riesca ad andare a vederlo. Non glielo dico.
2. Alla Fiat di Melfi lavora il figlio di mio cugino. Vai alla Fiat? Chiedo. Mi dice si e allora io dico la cosa più ovvia. Allora cerca à Ppietro che sta là e magari stasera ti porta pure da zia e ti magni i troccoli. (Quando parlo dei parenti di giù mi viene sempre uno pseudo accento pugliese che ai pugliesi veri suona come a me Aldo che dice “è Buona questa cadreck”)

Poi ho fatto  un attimo di silenzio  perché  mi è venuta la tristezza perché  Lui doveva partire.
Non ho pensato a niente per un po’. Se non ai baci e ai saluti  e a bere un caffè insieme. Le solite cose, insomma.

Lui è uscito. Dopo dieci minuti ho pensato a

3. Però se va giù  magari un piatto grande di terracotta  con su il galletto…
4. L’origano!  L’origano! Gli scrivo un sms. Non all origano. A Lui.
5. Ma anche dei taralli, delle orecchiette
6. Adesso chiamo mio cugino e gli dico di dire a suo figlio di cercarlo per tutto  lo stabilimento. Che sarà  mai.
7. Anche un sei bicchieri non sarebbero  male.

Per ora sono ferma qui. Non voglio che parta, ma se dovesse partire ho già le richieste pronte. Vi serve qualcosa “da ggiù?”.

Annunci

#elenalomumatronasullemurge o #elenalomuasanremo? ovvero: dovesse andare male ho un piano B

cari amici

sto ricevendo proposte a destra e a manca per interviste esclusive e ospitate in talk show pomeridiani estivi.

secondo voi le sto accettando?

certo che no. non sono tipa da partecipare a cose di così scarsa visibilità. o Sanremo o niente. (e de proprio devo andare alla Vita in Diretta ci vado in alta stagione, non ora tra una replica della signora del west e del commissario rex)

voi dite: eh, brava, ma se così perdi il treno? se è questa la tua occasione per arrivare all’Ariston?

lo so, ragazzi, non pensate che non l’abbia messo in conto, ma io sono una da tutto o niente. e poi ho già un piano B del quale mi sembra giusto mettervi al corrente.

il mio piano B è quello di diventare una matrona pugliese che sta sull’uscio immobile e si alza solo per girare il sugo.

Quindi voglio ingrassare e cominciare a pettinarmi come mia nonna pugliese: con la crocchia.

in più mi sto allenando nello sguardo che fissa l’orizzonte come a scrutare l’imperscrutabile, mi viene abbastanza facile, soprattutto se tolgo gli occhiali.

voglio cucinare e imparare a fare le melanzane alla parmigiana alle 5 di mattina, perchè poi, dopo, fa troppo caldo. e produrre quantità di sugo pronte a sfamare un esercito.

mio marito sarà sempre più magro e in canottiera con calzoni e bretelle andrà a guardare gli ulivi.

sarà bellissimo.

Però, pensate che meraviglia sarebbe realizzare entrambi i piani, i giornali mi scoverebbero dopo anni grassa e sfatta in una masseria sulle murge e titoleranno “Si sforma valletta rivelazione di Sanremo 2013. Fabio Fazio dichiara: ho sempre temuto potesse finire così” oppure “Basta sciò bisness, ora faccio la passata di pomodoro” con foto intervista in cui sto sempre seduta.

Ora sapete tutto di me. Dovete solo aiutarmi a realizzare i miei sogni.

 

Navigazione articolo