Passata di Moda

non mi rassegno alla fine dei blog

Archivi per il mese di “novembre, 2015”

Notte

La bruciatura sul sacco a pelo è grande come la punta del mio mignolo. Faccio attenzione a non rovinare i bordi.
Era la fine di maggio, alla fine di un pisolino pomeridiano; mi sono allungata per spegnere la sigaretta nella terra dietro a me mentre tu mi venivi vicino. Hai toccato la brace, ma non ti sei scottato. O non ci abbiamo dato peso.
Nel ricordo il sacco a pelo è aperto e noi siamo sotto, come una tenda, un gioco da bambini.
Ogni volta che lo uso la prima cosa che faccio è cercare quel buco, per essere sicura che ci sia ancora, per essere certa di averlo vissuto davvero.
P. Dormiva nell’erba poco più in là e noi ridevamo a bassa voce per non svegliarlo, ma ci ha sentiti lo stesso e si è girato e ci ha guardati sorridendo.
Stanotte dormo nel sacco a pelo rosso. Lo tengo chiuso. Ci sono solo io.

Navigazione articolo