Passata di Moda

non mi rassegno alla fine dei blog

Archivi per il mese di “dicembre, 2011”

ten years ago

13dicembre, domani, ma dieci anni fa, a quest’ora cominciava pian piano a nevicare. io camminavo per la città in compagnia di un nuovo amico. amico, si, vabbè. un nuovo ragazzo.

mi ricordo il naso freddo, le labbra ghiacciate che non si scaldavano nemmeno con i baci. ricordo le molte sigarette fumate e la ricerca delle monetine in tasca. c’erano ancora le lire, pensa te.

ho una mail che vorrei scrivere, per dire anche solo “ti penso”, ma non lo farò, non credo. domani, dieci anni dopo quella giornata gelida di neve, uscirò con un’amica che si ricorda di quei giorni. con la quale canterò una canzone, con la quale riderò.

dopo dieci anni rimangono solo le risate e i ricordi belli, questo l’ho capito. rimangono solo la nostalgia dei vent’anni e dei baci sotto la neve.

rimangono i “tiamo” detti e non rimangiati, rimangono gli alberghi e le stazioni.

ed era tutto così leggero e così pesante, così pieno di aspettative, ma anche così sicuramente non definitivo. sapevo già che non eri tu quello “per sempre”, ma è stato “per sempre” finchè è durata. e, forse, in qualche modo “per sempre” lo è se dopo 10 anni, quasi, domani, mi ricordo di te come se fosse oggi.

buon anniversario. spero che tu sia un po’ più felice di come vuoi far credere. io lo sono sicuramente di più.

Annunci

campovolo 2.0 3d poltrona vip

ieri ho visto il concerto di campovolo.

in un cinema, sulla poltrona vip.

i popcorn ingeriti li sento tutti dentro che si muovono, integri.

ligabue è la grande passione di mio marito, ne convengo, nessuno è perfetto.

quindi, dopo aver visto dal vivo il supermega concerto di campovolo a luglio mi ha portata al cinema per vedere la versione treddì.

questa la mia recensione:

è la prima volta che vedo un film in 3d e gli occhialini, sopra gli occhiali da vista, sono una cosa scomodissima. senti scivolare gli occhiali sul naso e non sai quali sono, giri gli occhi e ti senti imbarcare come sul titanic.

il 3d per filmare un concerto è, togliamoci subito il pensiero, una cagata pazzesca. perchè: o giri un film apposta per il 3d (quindi con effetti figosi di cose che ti passeggiano davanti al naso) o se no ti ritrovi con un video girato bene, con una bella profondità (carine le inquadrature del pubblico), ma con gli stacchi e il montaggio di un video tradizionale. ok cagata pazzesca è eccessivo. diciamo che non rende come dovrebbe.

quindi per un attimo liga ti sembra lì davanti e dici “oh finalmente”, ma l’attimo dopo ecco che ti appare di nuovo in un quasi 3d (un 2d emmezzo, tipo). inzomma, una faticaccia.

la platea era un po’ freddina, quelle accanto a lorenz sono state immobili tutto il tempo, tipo cartonati di “blu notte” di lucarelli, mi sarei aspettata gente in piedi che cantava, forse eravamo tutti un po’ imbarazzati dagli occhialini e dal luogo-cinema. o forse non si fa e basta.

il concerto mi era piaciuto a luglio e mi è piaciuto ieri. ligabue che corre e canta per tutto il tempo mi ha fatto pensare ad altri cantanti che a fatica finiscono le loro canzoni e fanno cantare il pubblico tutto il tempo (si dico a te. comoda la vita così? eh?).

ligabue a 50 anni è più figo che a 30 e la cosa mi preoccupa, non per lui, ma per me. quando è successo che i 50enni hanno smesso di essere dei vecchi e sono diventati fighi su cui sbavare? (vorrei ricordare altri 50enni -o quasi- per cui ne vale la pena: george clooney, brad pitt, hugh grant e penso anche il buon jonny deep. aggiungiamoci pure le mie personali perversioni: baricco e miguel bosè).

insomma ho passato parte del mio tempo a dire “apperò il luciano guarda che ombelichino carino che ha”. son cose.

ve lo devo consigliare? non so.

se siete fan per davvero: andateci, gustatevelo. vi piacerà.

se come me siete degli estimatori (non solo dell’ombelico di ligabue), ma comunque non fan, vi potrebbe piacere, ma all’uscita avrete il pensiero che ho avuto io: bello per i suoni (davvero ottimi) belle certe scene e alcuni inframezzi “biografici” del liga, ma se ci andate per sentirvi un po’ a campovolo, beh. forse no. il 3d non riesce a coinvolgere abbastanza, aspettate il dvd.

nota di demerito al cinema (uci cinema di montano lucino, sappiatelo): l’intervallo tra primo e secondo tempo non segnalato? per vendere ancora due cosi di pop corn? ma va a ciapà i ratt!!!

 

voto:

6,5 all’esperienza

8 ai suoni

9 all’ombelico di liga

4 alle vicine di posto

2 a me che ero girata quando lorenzo ha detto “ci hanno inquadrati”

 

Ps: la frase che ho ripetuto per tutto il film finiva con “…puppa”. prima metteteci il nome di un cantante a vostra scelta.

Navigazione articolo